Login



Ricordami
Seguici su FACEBOOK Seguici su TWITTER

Morti caldi

Statistiche

  • Utenti attivi: 5489
  • Personaggi giocati: 10383
  • Personaggi morti: 2437
  • Inizio gioco: 4/11/2007

Paolo Di Canio

Paolo Di Canio

Paolo Di Canio (Roma, 9 luglio 1968) è un calciatore italiano, che ricopre il ruolo di attaccante. Nato nel difficile quartiere romano del Quarticciolo, inizia a giocare a calcio nelle giovanili della Lazio e esordisce in Serie A con la maglia della Lazio, allenata da Giuseppe Materazzi, il 9 ottobre 1988 in un Cesena-Lazio 0-0. Si trasferisce alla Juventus nel 1990, ceduto dall'allora presidente della Lazio Gianmarco Calleri, suscitando le ire dei tifosi laziali. I tre anni successivi nella Juventus con Gigi Maifredi e Giovanni Trapattoni in panchina non sono esaltanti per Di Canio a causa dei suoi brutti rapporti soprattutto con il Trap, così chiede di esser ceduto almeno in prestito per un anno. La mezzapunta del Quarticciolo va a giocare a Napoli con Marcello Lippi in panchina, dove disputerà una discreta stagione coronata da un gol contro il Milan Campione d'Italia. Nel novembre 1994 Paolo Di Canio viene ceduto al Milan dove vince il suo primo scudetto nel 1995-96. La convivenza con Fabio Capello è però impossibile e così decide di emigrare all'estero, precisamente a Glasgow, in Scozia. Gioca una stagione con il Celtic dove viene votato giocatore dell'anno; si sposta in Inghilterra militando per un anno e mezzo con lo Sheffield Wednesday. Nel dicembre 1998, Paolo Di Canio passa al West Ham United, dove in quattro anni e mezzo segna 48 gol e colleziona 118 presenze; viene lasciato libero al termine della stagione 2002-03 in seguito alla retrocessione del West Ham. Decide di rimanere a Londra per giocare nel Charlton. Decide di tornare alla Lazio per la stagione 2004-2005. Nella stagione 2005-06 la Lazio di Delio Rossi ad un buon piazzamento in classifica (Coppa Uefa), ma poi lascia la Lazio per attriti con il Presidente Claudio Lotito che non gli rinnova il contratto. Nel luglio 2006 Di Canio è passato alla Cisco Roma militante in C2.

Rss

Classifica TOP 50